500
Log in Registrati

Log in


di Marco Palermo  
Si è conclusa domenica 12 giugno l’ottava edizione del meeting Fiat 500 e derivate di Saint-Raphaël, organizzato ormai dal 2013 in simbiosi dai Coordinamenti della Costa Azzurra-Principato di Monaco e Var-Provenza.

Un raduno di due giorni sotto il sole cocente della Costa Azzurra: avevamo un po' di timore dovuto al fatto che riprovarci dopo due anni di assenza era sicuramente un po' azzardato, invece è stato un successone da ogni punto di vista.
Oltre 51 gli equipaggi (numero chiuso di 50 vetture) che hanno colorato il Piazzale Delayen sul lungomare di Saint-Raphaël che fa da cornice al nostro meeting da ormai sette edizioni; tra i partecipanti un equipaggio giunto dalla Svizzera senza prenotazione anche perché si trovava per caso in vacanza non molto distante dal luogo del raduno. Due i cinquini italiani (di Enrico Grill da Torino e Francisco Sangregorio da Bologna), il resto della comitiva tutto francese, fatto che consolida maggiormente lo sviluppo di questa attività sul territorio francese, dove i raduni di 500 sono molto rari. Rappresentate ben 9 regioni e il Principato di Monaco con due vetture, oltre 90 l persone al pranzo di domenica.
Per quanto riguarda il programma, i partecipanti hanno avuto modo di fare dei giri turistici sia al sabato pomeriggio (circa 60 km) che alla domenica mattina lungo il litorale. Al sabato sera dopo il consueto aperitivo offerto dagli organizzatori, concerto di musica live con il gruppo BlackJack83, che si è protratto fino a tarda notte.
Domenica 12 giugno, tutti i partecipanti si sono ritrovati al Casino Barrière di Saint-Raphaël per il pranzo che conclude anche l’evento, seguito dalla premiazione.
A proposito di premi, per quanto riguarda la 500 giunta da più lontano il trofeo è andato coniugi Mounoud (famosi anche a Garlenda come “l'equipaggio rosa”), venuti da Parigi con oltre 1.000 km percorsi. La 500 più anziana è stata la 500 N del 1959 del nostro socio Jean-David Berger.
Premio speciale assegnato a Stefano Montagna che ha saputo ricostruire di sana pianta una Ziba Ghia su base Giardiniera avendo solo due foto a disposizione.
Un raduno molto bello, quello di quest’anno che ha dato modo a tutti gli appassionati di potersi finalmente riabbracciare dopo due anni di crisi mondiale.
Un edizione 2022 favolosa, coronata da un tempo splendido.
Ringrazio per il loro aiuto Ugo Giacobbe, Matteo Romano, Valentina Beffi, il fiduciario per il Var Provenza Marco Orfeo e tutta la nostra equipe. Appuntamento alla prossima edizione.

Pin It