di Lorenzo Achilli  
Nonostante le previsioni meteo non buone, 80 equipaggi si sono presentati domenica 8 maggio 2022 a Bobbio per il raduno denominato “In 500 nel Borgo dei Borghi”, rimandato per ben due anni a causa della pandemia che purtroppo ha colpito tutto il mondo.

Dopo le iscrizioni, la consegna delle welcome bag e la colazione, i partecipanti hanno potuto fruire della visita guidata al borgo della Val Trebbia, offerta dalla Amministrazione Comunale. Hanno partecipato in tanti e dai commenti ricevuti ho potuto constatare che è stata molto gradita.
Nel frattempo tre vetture sono state messe a disposizione da alcuni soci locali per permettere ai ragazzi del Centro Socio-Occupazionale “La Tartaruga” di salire e godere di un giro per la città, cosa che li ha fatti divertire molto.
Nel frattempo però, ha incominciato a piovere. Dopo un saluto veloce alle Autorità, nelle persone del sindaco Roberto Pasquali, della educatrice del Centro “La Tartaruga” Jessica Matti e della presidente del Comitato di Piacenza dell’A.N.G.S.A Lucia Cervato, è iniziato un tour cittadino con sosta in Piazza Duomo per la foto di gruppo. Assente perché impegnata in altra manifestazione la presidente del Comitato di Piacenza dell’UNICEF Lidia Pastorini.
Si è proseguito poi per un giro tra le colline, sempre accompagnato da una leggera pioggia che non ha certo scoraggiato i partecipanti.
Il Ristorante Co’ del Ponte, situato proprio alla fine del famoso Ponte Gobbo, simbolo di Bobbio, ci ha accolto permettendoci di gustare i piatti tipici godendo nel frattempo di una veduta che pare sia immortalata alle spalle della Gioconda nel quadro di Leonardo.
Durante il pranzo sono stati estratti i gadget e i premi offerti dagli sponsor.
Erano presenti il vicepresidente del Fiat 500 Club Italia Alessandro Vinotti e i fiduciari arrivati da Pesaro, Firenze, Pistoia, Montalcino, San Giminiano, Savona e Oltrepò Pavese.
Il nostro obiettivo è poter fare solidarietà sempre, e per questo ringrazio tutti i partecipanti e i tanti sponsor che hanno creduto nell’iniziativa. Abbiamo così potuto elargire contributi ad una realtà locale, il Centro Socio-occupazionale “La Tartaruga” di Bobbio, all’A.N.G.S.A. Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici e all’UNICEF (Comitati di Piacenza).
Alla prossima.