500
Log in Registrati

Log in


di Ilenia e Oriana Folisi

Una tre giorni all'insegna della "Magia del Natale e delle Feste", organizzata dal coordinamento di Enna del Fiat 500 Club Italia il cui fiduciario è Pietro Folisi, si è svolta a Calascibetta presso il Museo della 500 con il 500 Christmas Village nei giorni 27, 28 e 29 Dicembre 2019.

Un vero e proprio villaggio natalizio realizzato con le Fiat 500 e in cui le proiezioni e i giochi di luce, le luci scintillanti, le musiche natalizie e la magia sono diventate protagoniste. Entrando nel cortile esterno del Museo ad aspettare i visitatoric'erano diverse Fiat 500, ognuna rappresentante un elemento tipico del Natale e delle Feste: la Fiat 500 albero, la fiat 500 renna che trainava la slitta con tanto di Babbo Natale ed elfi, la Fiat 500 Babbo Natale, la Fiat 500 pacchi, due Fiat 500 allestite con presepi: uno all'interno di una giardiniera e l'altro nel cofano e infine la Fiat 500 di augurio di buon anno. È stato realizzato un originale, colorato ed eco-sostenibile albero di Natale con pneumatici di differente diametro decorati con stelle, festoni, nastri, palline e luci.

In vista di questo evento anche il Museo è stato decorato con addobbi personalizzati e un albero con palline a forma di 500. Durante questa manifestazione i visitatori hanno vissuto un'atmosfera unica. Il cortile ha brillato di fascino e magia e il Museo si è confermato uno dei posti più visitati del Natale a Calascibetta.

Si ringraziano gli innumerevoli visitatori provenienti da tutte le parti della Sicilia e dall'Arizona, il sindaco Piero Capizzi, l'Amministrazione comunale, l'assessore allo sport, spettacolo e turismo Maria Rita Speciale, l'associazione Pro-loco il cui presidente è Vincenzo Lambritto, lo staff del coordinamento di Enna: Buscemi Assunto, Bentrovato Salvatore, Daniele Giovanni, Folisi Giuseppe, Lombardo Salvatore e Morgano Gero, il cinquecentista Enzo Giuliana e consorte che sono venuti a trovarci con la loro fiat 500 da Riesi, la famiglia Amico e il piccolo fan cinquecentista Tommaso di San Cataldo, i ragazzi dell'Associazione di Adrano, i gruppi provenienti da Riesi, Butera e Pedara.

 

Pin It