500
Log in Registrati

Log in


Una quarantina di elaborati, tra disegni, racconti, foto, poesie: è questo il risultato di #Tuttiacasain500, il gioco-concorso proposto dal Fiat 500 Club Italia per le famiglie dei cinquecentisti durante il periodo del lockdown.

La maggior parte dei lavori è venuta dai bambini e dai ragazzi (4-15 anni), che da soli o con la complicità di genitori, nonni e zii hanno messo in campo tutta la loro fantasia e il loro amore per la piccola grande auto.

Non facile il lavoro della giuria, che ha dovuto in qualche modo comparare elementi anche molto diversi tra loro, ma accomunati da qualità e impegno. «Ho trovato in tutti passione» assicura il presidente onorario del Club e direttore del Meeting Internazionale di Garlenda Alessandro Scarpa. Una passione che fa ben sperare per il futuro dei cinquini già presenti nelle famiglie italiane e anche per quelli che giacciono in qualche cortile o garage dimenticato, in attesa di trovare qualche giovane desideroso di dare nuova vita ad un'icona italiana.

Veniamo ora ai nomi dei vincitori, anche se per tutti i partecipanti ci sarà un attestato e un piccolo omaggio per ringraziarli di aver condiviso con il Club le loro emozioni. Per i bimbi sotto ai 6 anni la classifica vede al primo posto Alessio Bertin, seguito da Tommaso Darretta e da Anita Pistolato. Per i bambini della scuola primaria, prima posto per Elena Bagnardi, seguita da Alice Antoniol e da ben quattro terzi posti a pari merito: Gabriele Carbonara, Emma Negrini, Alessia Tabone e Sara Timossi. Per i ragazzi della scuola secondaria, vince Asia Morini seguita da Francesca Rumma e da Fabio Bernardi.

Per la categoria adulti, Monica Barbera ha convinto la giuria con il suo divertente racconto di un cinquino stipato di parenti e masserizie per andare al mare. Di gioventù e di un giro alla scoperta di alcune località siciliane narra Pietro Folisi, fiduciario del Coordinamento di Enna, secondo classificato; al terzo posto ancora un racconto, quello di Giuliano Sandri, che con un giro in 500 di prima mattina trova occasione di riflettere su passato e presente: “Sto percorrendo la mia epoca fiero di quello che eravamo e anche grazie a questo pezzo di storia che sto guidando non voglio dimenticare mai da dove veniamo”.

Il materiale di #Tuttiacasain500 sarà oggetto di pubblicazione sulla rivista sociale “4PiccoleRuote”.

Nell'immagine, un collage con alcuni dei lavori partecipanti e la locandina del concorso.

Pin It