500
Log in Registrati

Log in


di Luca Zambon

Nonostante le ben note difficoltà derivanti dall’emergenza sanitaria che sta attraversando il nostro paese, dal 22 al 25 ottobre 2020 si è svolta la fiera Auto e Moto d’Epoca di Padova, sicuramente un’edizione insolita, alla quale tuttavia il Fiat 500 Club Italia non ha potuto non aderire,

presentandosi quindi al consueto appuntamento

con uno stand rinnovato ed estremamente elegante.


Il significato di questa partecipazione, dopo quasi un anno segnato dalla cancellazione di numerosissimi raduni ed eventi fieristici, è stato quello di comunicare ai soci “Noi ci siamo e non molliamo” e ha voluto essere anche un augurio di poter tornare quanto prima ad una vita “più normale”, fatta di tante piccole cose che solo ora, forse, abbiamo davvero imparato ad apprezzare.

Massima attenzione ovviamente è stata data alla sicurezza dello staff e di tutti i visitatori, creando un ampio spazio di “manovra” all’interno dello stand ed installando pannelli in plexiglass al bancone dello shop ed una colonnina con gel igienizzante a disposizione di tutti.

Non da meno la scelta del più costoso pavimento in resina bianca in luogo della moquette utilizzata nelle scorse edizioni, dettata non solo da un motivo estetico ma anche e soprattutto al fine di garantire ancor più pulizia ed igiene.

A far bella mostra di sé erano esposte tre interessanti auto: la Fiat Abarth 595 di Nereo Bonato, la Fiat 500 D di Mario Lion Stoppato e la Autobianchi Giardiniera di Stefano Bernardi. Per quest’ultimi due modelli, il 2020 doveva essere un anno particolare e pieno di festeggiamenti, essendo il 60esimo anniversario della loro entrata in produzione (entrambi inizialmente prodotti solo dalla Fiat). Per l’occasione è stato quindi presentato in fiera un diorama in edizione limitata raffigurante i 2 suddetti modelli, andato a ruba già in fase di prevendita.

Ad accogliere i visitatori erano presenti Elena e Matteo, della segreteria, coadiuvati dal tuttofare Francesco, il Presidente Stelio Yannoulis, il commissario tecnico Bruno Masato ed i fiduciari Nereo Bonato ed il sottoscritto. Sabato abbiamo avuto anche il piacere di avere tra noi il commissario per le pratiche ASI, Enrico Bo e domenica il Vice Presidente, Maurizio Giraldi.

Ma quest’anno, più di ogni altro anno, risulta doveroso ringraziare principalmente tutti coloro che sono venuti a trovarci, chi ci ha dato fiducia anche per il prossimo anno rinnovando la tessera di associazione e chi invece si è iscritto per la prima volta.

Ringraziamo anche i molti che, non potendo essere stati presenti, hanno comunque fatto sentire la loro vicinanza con messaggi di affetto e sostegno.
Al 2021… con la speranza che sia un anno migliore per tutto e per tutti!

Pin It