500
Log in Registrati

Log in


di Stefania Ponzone

Domenica 6 dicembre 2020 si è svolta l’assemblea dei soci, aperta intorno alle ore 10 in streaming su YouTube, canale ufficiale del Fiat 500 Club Italia https://www.youtube.com/watch?v=xYGi6SOPZG4.

Come annunciato il 30 ottobre, si è dovuto far ricorso a questo metodo a seguito del protrarsi dell’emergenza sanitaria con tutte le limitazioni nella circolazione dei cittadini tra le varie Regioni (se non addirittura tra Comuni) e i divieti di as-sembramento. Ciò mentre già si stava organizzando il tradizionale Pranzo degli Auguri.

Presenti in sede Domenico Romano, Alessandro Scarpa e Luca Baldini, in collegamento Stelio Yannoulis e Maurizio Giraldi. Dopo il consueto minuto di silenzio per ricordare i soci scom-parsi, il presidente Yannoulis ha esposto la sua relazione sullo stato del Club e sulle iniziative svolte nel corso di questo anomalo 2020, che era comunque iniziato nel migliore dei modi. Gli 80 giorni di chiusura causa Covid hanno rappresentato una sorta di “mantello di neve” – questa la definizione del presidente – calato a bloccare tutto. La riapertura a maggio e gli scorci di normalità nel corso della tarda primavera, dell’estate e di inizio autunno (con tutte le iniziative messe in campo con grande fantasia dai fiduciari) ci hanno dato un po’ di respiro, ma l’arrivo della seconda ondata ci ha costretto a guardare direttamente al 2021. Un 2021 che potrebbe permetterci di tornare a regime nella sua seconda parte, se non già nella tarda primavera. Tanto che – come spiegato poi anche dal direttore del Meeting Alessandro Scarpa – si sta lavorando con convinzione alla prossima edizione del Raduno di Garlenda, seguendo tutti i consueti step (con l’annuncio della prima bozza di programma il 1° febbraio).

Dopo l’approvazione della relazione del presidente, si è passati all’esame del bilancio 2019, già approvato dai Revisori dei Conti e dal Consiglio Direttivo. Luca Baldini – che segue il nostro Club per quanto riguarda gli aspetti burocratico-contabili – ha proceduto alla lettura delle varie voci, così come pubblicate anche sullo scorso numero della rivista 4 PiccoleRuote. I presenti ed i soci collegati hanno poi votato per l’approvazione. Via chat è intervenuto il fiduciario di Cremona Sante Granelli, che ha chiesto informazioni sull’andamento del tesseramento (il 2020 si è chiuso comunque con oltre 20.400 iscritti). Il vicepresidente Maurizio Giraldi ha rivolto un breve saluto, nel quale ha ribadito che il nostro impegno deve essere quello di garantire la vicinanza agli associati. A questo proposito Domenico Romano ha lodato il lavoro della Segreteria tutta e dell’Ufficio Stampa e Marketing, che che si è impegnato per trovare iniziative alternative a quelle consuete in presenza per mantenere i contatti con i soci. Significativo in tal senso è stato anche l’apporto del Forum, che Giraldi ha giustamente definito una delle porte di accesso al Club. Il socio Claudio Zara si è collegato per ricordare con affetto e stima per le competenze professionali il fiduciario di Como Giovanni Lembo, scomparso prematuramente a luglio, proponendo di cercare un modo di ricordarlo in maniera permanente.

Domenico Romano ha ricordato anche un’altra scomparsa prematura, quella del fiduciario di Torino Nord Massimo Castellano, e l’impegno del Club ad essere sempre accanto alle famiglie di chi è venuto a mancare.Tra gli altri argomenti trattati, il successo della convenzione Allianz, con oltre 12.000 polizze stipulate e l’incremento dello sconto previsto per le auto non d’epoca che partirà a metà gennaio.

Da segnalare le prime manifestazioni di gradimento per il gadget 2021, il pratico gilet di sicurezza con la comoda bustina salva-spazio per conservarlo a bordo.L’assemblea si è conclusa dopo una quarantina di minuti, con i saluti e gli auguri per il Natale e per l’anno nuovo.

Pin It