500
Accedi Registrati

Accedi


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Piemonte ed auto d' epoca.... ??

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 3 Mesi 3 Settimane fa #367933

  • Gens Orsina
  • Avatar di Gens Orsina
  • Offline
  • Messaggi: 1265
  • Ringraziamenti ricevuti 1682

cb73 ha scritto: In un brutto periodo , per il piemonte arriva una bella notizia ....:like :like

www.asifed.it/nuovo-disegno-di-legge-del...-circolazione/17953/


Peccato quel "...fatte salve ulteriori e differenti valutazioni dei sindaci, in relazione alle esigenze di prevenzione degli inquinamenti...". Ancora una volta una legge con la classica postilla del m.a.p. (Mettersi a posto). Anche in questo caso - come per il Corona Virus - nascerà un ginepraio dal quale sarà difficile districarsi. Servirebbe un'autonomia Regionale non delegabile ai Comuni; diversamente si ingenera un caos a discapito degli ignari cittadini.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ogni 5oo ha la sua voce e io questa la conosco.
Ultima modifica: da Gens Orsina.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 3 Mesi 3 Settimane fa #367937

  • drago500
  • Avatar di drago500
  • Assente
  • drago500
  • Messaggi: 15073
  • Ringraziamenti ricevuti 12415
Ecco...

Questo messaggio ha un'immagine allegata.
Accedi o registrati per visualizzarla.

Ringraziano per il messaggio: Gens Orsina, Gian56

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

In caso di dubbio.........................dai gas!

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 3 Mesi 3 Settimane fa #368054

  • Fabio7824
  • Avatar di Fabio7824
  • Offline
  • Messaggi: 388
  • Ringraziamenti ricevuti 107

drago500 ha scritto: Ecco...


troppo forte

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 2 Mesi 1 Settimana fa #370028

  • Gens Orsina
  • Avatar di Gens Orsina
  • Offline
  • Messaggi: 1265
  • Ringraziamenti ricevuti 1682
E beneficio degli amici residenti in Piemonte (o in ogni caso a coloro che circolano in Piemonte), posto il testo integrale delle Legge Regionale n. 27 de 6 novembre 2020 da contenuto di per sé esplicativo.

Ai proprietari di autoveicoli che hanno la Carta di Circolazione sulla quale è riportato il riconoscimento di “Veicolo di Interesse Storico e Collezionistico” consiglio di stamparne una copia e tenerla a bordo della 500 così da mostrarla alle Forze dell’Ordine nel caso in cui - in occasione di controlli - le stesse non fossero a conoscenza dell’importante provvedimento. Richiamo inoltre l’attenzione sul fatto che in relazione alle esigenze di prevenzione degli inquinamenti, ogni Comune del Piemonte potrebbe applicare ulteriori o differenti valutazioni restrittive.
Buon divertimento.

File allegato:

Nome del file: legge27del2020.pdf
Dimensione del file: 147 KB
Allegati:
Ringraziano per il messaggio: gi.ma, fabio. n

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ogni 5oo ha la sua voce e io questa la conosco.
Ultima modifica: da Gens Orsina.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 2 Mesi 1 Settimana fa #370043

  • rag49
  • Avatar di rag49
  • Offline
  • Messaggi: 638
  • Ringraziamenti ricevuti 385
Ciao Giovanni, per piacere puoi spedirlo anche a me l‘allegato perché spesso sconfino in Piemonte. La mia mail è riportata nel mio profilo. Grazie e saluti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 4 Settimane 2 Giorni fa #372732

  • agronomo
  • Avatar di agronomo
  • Offline
  • Messaggi: 5
  • Ringraziamenti ricevuti 9
Buongiorno a tutti,
chiedo scusa fin d’ora per la lunghezza del mio intervento ma, data la specificità dell’argomento, a chi è interessato non peserà leggerlo.
Intervengo per condividere l’esperienza che mi ha portato in tempi brevi ad avere sulla carta di circolazione la dicitura “veicolo di interesse storico collezionistico”. Dettaglio formale che in Piemonte è il lasciapassare per circolare liberamente tutti i giorni, indipendentemente dalle restrizioni ambientali sui veicoli euro 0.
I tempi brevi sono in primo luogo il risultato dell’efficienza del nostro Club a cui ho chiesto il CRSC e della disponibilità di Enrico Bo, Commissario Tecnico locale. In secondo luogo sono il risultato del “fai da te” burocratico.
Il “fai da te” significa che per ottenere l’aggiornamento della carta di circolazione mi sono rapportato direttamente con gli uffici della Motorizzazione Civile, senza passare attraverso un’agenzia di pratiche auto. Questo non per risparmiare le relative competenze, ma perché quelle che avevo interpellato non sapevano che cosa fosse un CRSC né, tanto meno, che cosa fosse la trascrizione sulla carta di circolazione. Una di queste, che sul proprio sito vantava una professionalità specifica sulle auto storiche e relativa burocrazia, mi ha scaricato dicendo che, causa pandemia, bisognava prendere appuntamento in Motorizzazione e che la lista di attesa sarebbe stata lunga. In definitiva, mi ha scaricato.
A quel punto mi sono mosso in autonomia, rassegnato a dovermele svitare fino a fondo corsa, tra code agli sportelli e rimbalzi da un ufficio all’altro, ma in realtà è stata un’operazione rapida e indolore. Chi fosse interessato può proseguire nella lettura. A chi non lo fosse suggerisco, a tutela dalla sua pazienza, di cambiare topic.
Individuato lo sportello giusto (per Torino, più avanti, spiegherò qual’è) occorre presentarsi muniti di:
a) Originale del CRSC
b) Fotocopia del CRSC
c) Originale della carta di circolazione
d) Fotocopia della carta di circolazione
e) Fotocopia della carta d’identità (fronte e retro)
f) Fotocopia del codice fiscale (tessera sanitaria fronte e retro)
g) Attestazione del versamento di euro 10,20 euro su ccp 9001 tramite bollettino premarcato
h) Attestazione del versamento di euro 16,00 su ccp 4028 tramite bollettino premarcato
I bollettini premarcati dovrebbero (ripeto: dovrebbero) essere reperibili in tutti gli uffici postali. In alternativa si possono reperire presso la Motorizzazione chiedendoli all’uscere o a qualsiasi sportello senza dover superare alcuna coda. Io li ho presi presso l’agenzia che mi aveva gentilmente invitato ad arrangiarmi.
Avevo avuto la tentazione di scaricarli in qualche modo da Internet ma ho desistito nel timore di vedermeli respinti all’ufficio postale. Sono infatti bollettini che riportano una sorta di numero seriale, che è univoco, e quindi temo che non siano replicabili.
Individuato lo sportello giusto, si presentano tutti i documenti di cui sopra e si compila, seduta stante, il Mod T2119. Si potrebbe anche arrivare con questo modulo già compilato, perché è scaricabile da Internet, tuttavia è composto da molte pagine e non è necessario compilarle tutte e, a priori, è difficile capire quali. Mal che vada si saranno riempiti troppi fogli e sarà l’impiegato allo sportello che selezionerà quelli utili.
Fin qui ho dato informazioni che dovrebbero essere valide in tutte le sedi delle Motorizzazione, salvo eventuali disposizioni restrittive per l’accesso agli uffici o obbligo di prenotazione.
Da qui in avanti la lettura può essere utile agli utenti della Motorizzazione di Torino, ma solo per loro, perché riporto alcune informazioni di carattere strettamente locale acquisite sul campo.
La sede della Motorizzazione di Torino è costituita essenzialmente da due edifici. Il primo ospita solo uffici e sportelli vari e vi si accede da un cancelletto pedonale che apre alle 8,30. Il secondo (50 metri più avanti) ospita le corsie utilizzate per il collaudo dei veicoli ed è costituito da due blocchi: uno per le vetture e uno per i mezzi pesanti. A collegare tra loro questi due blocchi c’è un ufficio in cui si istruiscono le pratiche delle revisioni: si ricevono i libretti delle vetture in attesa della visita e si restituiscono con l’aggiornamento a collaudo superato. E’ in questo stesso ufficio che bisogna recarsi per la pratica che ci interessa.
Le auto in attesa di collaudo iniziano a mettersi in fila già prima delle 8,00 per cui è possibile entrare dal cancello carraio e andarsi a piazzare davanti alla porta di questo ufficio già a quell’ora, ossia con 30 minuti di anticipo rispetto all’orario di apertura al pubblico.
La persona che si occupa di veicoli “strani” (agricoli, rimorchi e vetture d’epoca) è il geometra xxxxxx (stiamo parlando della Motorizzazione di Torino, lo ripeto). Persona molto disponibile e competente, che istruisce le pratiche relative alle auto storiche il venerdì, dalle 8,30 alle 11,30. Prima di andare a portargli i documenti è bene inviargli una e-mail, all’indirizzo xxxxSuggerisco di scrivere “…salvo diversa indicazione da parte Sua, mi presenterò presso il suo Ufficio il giorno … alle ore 8,30…”. Suggerisco questa forma (poi ciascuno dia pure sfogo alla propria vena letteraria) perché il geometra xxxxxx ha ben altro da fare che rispondere a tutte le e-mail, e men che meno a quelle che non pongano quesiti specifici. In assenza di risposta la cosa dunque può passare come un “silenzio-assenso”.
Non vige l’obbligo di prenotazione però è bene portarsi dietro una stampa di questa e-mail per difendersi dal possibile sopruso perpetrato dai titolari delle agenzie. Massima stima nei loro confronti, per carità, però hanno la tendenza a rispettarsi tra loro, ma un po’ meno con chi non fa il loro mestiere ma calpesta lo stesso terreno.
Qui viene la parte importante su cui ho avuto preziosi consigli da un signore che era in coda con me, fin dalle 8,00 e che, pur non lavorando per un’agenzia, conosceva gli usi e (mal)costumi locali.
Succede questo: i titolari delle agenzie si radunano un po’ prima dell’apertura davanti all’altra palazzina e si mettono d’accordo, in funzione delle pratiche che ciascuno deve svolgere, sull’ordine con cui passare ai vari sportelli. Per fare questo prendono un foglio strappato da un quaderno e ci scrivono sopra i loro nomi, creando una sorta di lista di prenotazione a loro uso e consumo (e di valore legale meno che nullo).
A me è successo che, mentre aspettavo che aprissero l’ufficio (per accedere al quale ero arrivato mezz’ora prima) alle 8,25 è arrivato il gruppo delle agenzie guidato dal capo-popolo che gestiva questa lista di prenotazione. Appena mi ha visto, mentre mantenevo eroicamente la mia postazione, mi ha detto che dovevo segnarmi sulla lista di cui era custode (mettendomi, ovviamente, al fondo). La mia reazione è stata molto composta (come peraltro anche la sua) e mi sono limitato a fargli notare che ero arrivato prima di loro e che la sua lista non era normata dall’ufficio e che, per di più, avevo un appuntamento (ecco che qui viene utile avere con sé la stampa della e-mail di cui abbiamo detto poc’anzi).
Chiarita molto civilmente la questione, alle 8,30 sono entrato e, per primo, mi sono piazzato allo sportello dove opera il geom. Xxxcxc(è il secondo sportello da destra). Alle 8,45 uscivo con l’adesivo piazzato sul libretto.
Mi auguro che questo pedante resoconto possa essere d’aiuto a chi volesse avventurarsi nella stessa impresa.
Un cordiale saluto a tutti
Ringraziano per il messaggio: mimmof500, gi.ma, fabio. n, martnuccia, drago500, Gens Orsina, rag49, Gian56

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima modifica: da williams.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 4 Settimane 2 Giorni fa #372746

  • drago500
  • Avatar di drago500
  • Assente
  • drago500
  • Messaggi: 15073
  • Ringraziamenti ricevuti 12415
Ho trovato il tuo post molto interessante e ricco di informazioni per chi in futuro "tenterà l'impresa", l'ho letto volentieri tutto pur abitando lontano da Torino.

Non amo gli uffici pubblici, le pratiche e la burocrazia inutile che questo paese si ostina a foraggiare, per fortuna ci sono ancora persone che dedicano al proprio lavoro attenzioni che altri invece ignorano.

P.S.
nel mio mondo ideale le agenzie di pratiche auto non sarebbero necessarie, così come i loro "prepotenti" titolari.

:)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

In caso di dubbio.........................dai gas!

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 1 Mese 1 Giorno fa #372789

  • rag49
  • Avatar di rag49
  • Offline
  • Messaggi: 638
  • Ringraziamenti ricevuti 385
Meno male che hai incontrato una persona onesta che ti ha svelato come agire.
Alla motorizzazione de mia provincia mi sono recato per due volte per le mie ultra quarantenni ma non ho avuto nessuna difficoltà.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 1 Mese 1 Giorno fa #372795

  • rag49
  • Avatar di rag49
  • Offline
  • Messaggi: 638
  • Ringraziamenti ricevuti 385
Scusa agronomo, giusto come chiarimento, la sigla del Certificato di Rilevanza Storica l’ho sempre letta e scritta CRS, perché CRSC.
Anche se lungo il tuo post, ma è molto interessante e utile per gli amici della tua provincia che intendono sbrigare la pratica in autonomia.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 1 Mese 1 Giorno fa #372820

  • agronomo
  • Avatar di agronomo
  • Offline
  • Messaggi: 5
  • Ringraziamenti ricevuti 9
Mi pare che il documento si chiami "Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica". L'ho tradotto nell'acronimo CRSC, ma potrei aver sbagliato perchè forse nel linguaggio tecnico lo si chiama CRS. Nel caso chiedo scusa per l'imprecisione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Piemonte ed auto d' epoca.... ?? 1 Mese 21 Ore fa #372833

  • rag49
  • Avatar di rag49
  • Offline
  • Messaggi: 638
  • Ringraziamenti ricevuti 385
La mia convinzione deriva dalle seguenti foto della richiesta di documenti per ottenere i miei certificati, ma il tuo acronimo mi risulta più azzeccato

Questo messaggio ha immagini allegate.
Accedi o registrati per visualizzarle.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
  • 2
Moderatori: williamsmartnuccia
Tempo creazione pagina: 0.123 secondi
popup 2021