500
Accedi Registrati

Accedi


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356338

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
Buongiorno a tutti,vi presento Rusty,la fiat 500 che abbiamo recuperato da qualche mese.
Tutto è successo per caso, non la stavamo cercando, avendo già una 500 in Italia ci eravamo registrati alla pagina Facebook New Zelandese dei possessori di 500 d epoca (visto che viviamo qui da qualche anno).
Un giorno capita che per caso sul forum scrivono che un signore amico di un amico ha bisogno di liberare il terreno da alcune 500 perchè ha venduto la proprietà e quindi voleva sbarazzarsi delle auto.
Per curiosità chiesi dove si trovavano queste vetture e quznto chiedeva per loro.
Venne fuori che il posto in questione era a 100metri in linea d aria da dove abitiamo noi,cosi decisi di andare a dare una occhiata anche solo per scambiare due parole con il proprietario.
Ecco cosa ho trovato:


piu varie Fiat 850 sport,Maggiolino,un aereoplano,due Cadillac ecc ecc

In pratica un ACCUMULATORE... cosi mi invita in casa e facciamo quattro chiacchiere, mi sembra abbastanza alla mano,do una occhiata alle auto,tutte abbastanza conciate, guardo quella con le "suicide doors" come dicono qua, ossia con le porte controvento ed era quella messa peggio di tutte.
Ma alla fine pensando tra me e me... Già ce l ho una L, adesso vorrei qualcosa di più antico, così me la mena su che era una 500D e che la dava via per ricambi come ogni altra auto e che la REGISTRATION (COMPARABILE ALLA IMMATRICOLAZIONE ITALIANA) era scaduta da tempo quindi la dava via a poco.
Cosi senza nemmeno rendercene conto abbiamo deciso io e mia moglie di regalarci una 500 anche dall'altra parte del mondo.
Facciamo un mezzo foglio scritto dove tizio la vende a noi e prendiamo appuntamento per la settimana dopo per andarla a recuperare.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356339

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
La settimana dopo ci ripresentiamo per cercare di smuovere la macchina armati di compressore,pala,corde varie,leve e crick e dopo tutto il pomeriggio riusciamo a sbloccare i freni e spostarla dalla buca infame dove si trovava e solo allora ci siamo resi conto (guardandola da davanti e leggendo il numero di telaio) che non era una 500D ma una 500N.
L'ex proprietario mi confida che dopo che ero venuto io la settimana scorsa per comprarla si erano presentati molti altri che la volevano anche solo per pezzi di ricambio.
Comunque dopo molte imprecazioni l'abbiamo caricata e ce la siamo portati a casa(dietro l angolo) ahahhaha sembra quasi che il destino ci abbia fatto incontrare.
Ve la presento: io e mia moglie la chiamiamo Rusty...beh il motivo mi sembra chiaro eheh.

Questo messaggio ha immagini allegate.
Accedi o registrati per visualizzarle.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356340

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
è inutile che vi dica che l hanno pasticciata in modo esagerata in ogni singolo bullone.
Mi ha fatto tenerezza,non potevo lasciarla li a morire o pensare che la portassero dal demolitore per recuperarci del ferro così ho pensato che starebbe stata meglio a casa nostra e di sistemarla a dovere e riportarla alla gloria anche se ci vorrà tempo e risorse.
secondo l ultima registrazione,pare che l ultima volta che ha viaggiato per le strade di Auckland è stato nel lontano 1991
ecco altre foto per voi.

Questo messaggio ha immagini allegate.
Accedi o registrati per visualizzarle.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356344

  • fabio. n
  • Avatar di fabio. n
  • Offline
  • 500 R l'ultimo mito
  • Messaggi: 8108
  • Ringraziamenti ricevuti 4358
Complimenti, qualche lavoretto è sicuramente da fare :cheer: , buon restauro , ma a me sembra una 500 N guida a destra o mi sbaglio

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

fabio.n

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356349

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
Si, qui si guida dall altra parte

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356351

  • Gens Orsina
  • Avatar di Gens Orsina
  • Offline
  • Messaggi: 817
  • Ringraziamenti ricevuti 853
Ciao Damiano,
una storia incredibile; sembra proprio sia stata lei a cercare voi. Io però al tuo posto non mi lascerei sfuggire tutto quel ben di Dio e recupererei quanto c’è da recuperare delle parti di ricambio perché più il tempo passa e più sono preziose. Sicuramente in futuro potrebbero esserti utili a titolo personale o per fare qualche baratto; occasioni del genere si presentano una sola volta nella vita: approfittane potresti pentirtene in seguito.
In ogni caso, in bocca al lupo per il restauro che mi piacerebbe tu condividessi con noi mandandoci periodicamente un accurato servizio fotografico, così come hai fatto oggi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ogni 5oo ha la sua voce e io questa la conosco.
Ultima modifica: da Gens Orsina.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356353

  • alexettor
  • Avatar di alexettor
  • Offline
  • Messaggi: 907
  • Ringraziamenti ricevuti 315
Tutto così meraviglioso!!!
Complimenti!!!
:woohoo:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Don't step on the Mome Raths

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356356

  • drago500
  • Avatar di drago500
  • Online
  • drago500
  • Messaggi: 14301
  • Ringraziamenti ricevuti 11548
Seguirò con interesse le fasi di questo restauro, tu e tua moglie avete per le mani un modello davvero particolare ed esclusivo.
Il consiglio datovi da Gens Orsina è quantomai appropriato, vedo tra le altre auto abbandonate tanto materiale utile ed in buone condizioni, forse la gialla e la blu sono delle F "ottobulloni", ambite dagli appassionati qui in Italia.

Ci sarà da lavorare molto su Rusty, ma abbiamo visto rinascere auto messe anche peggio, quindi coraggio e buon lavoro.

:)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

In caso di dubbio.........................dai gas!

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356358

  • alexettor
  • Avatar di alexettor
  • Offline
  • Messaggi: 907
  • Ringraziamenti ricevuti 315

Zipxx88 ha scritto: è inutile che vi dica che l hanno pasticciata in modo esagerata in ogni singolo bullone.
Mi ha fatto tenerezza,non potevo lasciarla li a morire o pensare che la portassero dal demolitore per recuperarci del ferro così ho pensato che starebbe stata meglio a casa nostra e di sistemarla a dovere e riportarla alla gloria anche se ci vorrà tempo e risorse.
secondo l ultima registrazione,pare che l ultima volta che ha viaggiato per le strade di Auckland è stato nel lontano 1991
ecco altre foto per voi.


Tra l'altro, riguardando le foto, mi sorge un dubbio:
- Ma quelle con guida a dx (per esportazione) avevano già lavavetri e portacenere nel 1959?
- Oppure gli ex proprietari l'hanno fornita di accessori delle versioni successive?
Mistero :-)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Don't step on the Mome Raths

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 3 Giorni fa #356359

  • drago500
  • Avatar di drago500
  • Online
  • drago500
  • Messaggi: 14301
  • Ringraziamenti ricevuti 11548
Ho trovato alcune note storiche davvero interessanti leggendo questo blog:

www.leavingitalylivingnewzealand.com/wha...oa/bambina-downunder

Spero possano essere utili.

:)
Ringraziano per il messaggio: Zipxx88, alexettor, Gian56

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

In caso di dubbio.........................dai gas!

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 2 Giorni fa #356360

  • alexettor
  • Avatar di alexettor
  • Offline
  • Messaggi: 907
  • Ringraziamenti ricevuti 315

drago500 ha scritto: Ho trovato alcune note storiche davvero interessanti leggendo questo blog:

www.leavingitalylivingnewzealand.com/wha...oa/bambina-downunder

Spero possano essere utili.

Mamma che bello! Leggere di Timaru poi mi riporta indietro nel tempo :-) Stupenda la NZ e stupenda la Nuova500!

:)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Don't step on the Mome Raths

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 2 Giorni fa #356363

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
Il buco per il posacenere è stato fatto brutalmente con un flessibile.. Poveraccia

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 2 Giorni fa #356365

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
Scusate, mi ha postato 3 volte lo stesso messaggio

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima modifica: da Zipxx88.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 2 Giorni fa #356405

  • Gian56
  • Avatar di Gian56
  • Offline
  • Messaggi: 1081
  • Ringraziamenti ricevuti 532
Accidenti, hai trovato una vera miniera d'oro. Ottimi i consigli di Giovanni ed Alessandro (che saluto); recupera più roba che puoi.
In bocca al lupo e tienici informati.
:like ;)
Ringraziano per il messaggio: drago500, Gens Orsina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 2 Giorni fa #356406

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
Ho cominciato a rimuovere tutte le porcherie che erano state fatte partendo da quella piu evidente... tappare il tetto:sick: :angry: ma come si fa......

Questo messaggio ha immagini allegate.
Accedi o registrati per visualizzarle.

Ringraziano per il messaggio: gi.ma

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 2 Giorni fa #356407

  • Zipxx88
  • Avatar di Zipxx88 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 59
ho rimosso anche i sedili e ho scoperto che probabilmente solo un sedile è della n mentre le panche posteriori e uno dei sedili anteriori dovrebbero provenire da una 500f probabilmente perchè le tappezzerie ,come anche i vetri, dalla D in poi c era l accordo di produrle qui in NZ mentre le 500N erano state prodotte in Italia con materiali e design Italiani e poi trasportate qui.
In totale ne hanno portate una 30 e questa è una delle ultime importate.
qualcuno riuscirebbe a spiegarmi come erano fatti/assemblati i sedili posteriori della N?
mi sembra di aver capito(guardando su un altro topic) che, sia la panca ,che lo schienale non hanno telaio metallico ma sono semplicemente incollate spugna al telaio e poi ricoperte da un unico coprisedile che parte dalla cappelliera e scende fino ai piedi dove poi viene infilzato dagli spuntoni?
ecco cosa ho trovato io: qualcosa di tutto ciò è originale della vettura? (forse solo il pannello nero della cappelliera è originale.era incollato..ed è estremamente secco e si spezzetta solo a guardarlo).

Questo messaggio ha immagini allegate.
Accedi o registrati per visualizzarle.

Ringraziano per il messaggio: gi.ma

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 1 Giorno fa #356423

  • Gens Orsina
  • Avatar di Gens Orsina
  • Offline
  • Messaggi: 817
  • Ringraziamenti ricevuti 853
Ciao Zip,

innanzitutto chiedo scusa se sarò un po’ lungo nello scrivere, ma quanto ti è piacevolmente accaduto mi ha stupito. Guardo ed ammiro queste foto e mi sembra di partecipare all’apertura di una tomba etrusca; appaiono particolari a me sconosciuti tra i quali il tachimetro con misurazioni a miglia e non a chilometri.
Per mera curiosità e pensando di farti cosa gradita - complice la forzata permanenza a casa per il maledetto problema del Coronavirus - sono andato a spulciare il capitolo dedicato a questo modello sullo libro “Fiat 500 l’utilitaria della libertà” scritto a quattro mani da Matteo Camoglio ed Enrico Bo e ti rappresento di seguito alcune osservazioni, parte delle quali potrebbero trovare giustificazione solo perché la tua macchina è tra quelle che fin dalla nascita vennero destinate al mercato Neozelandese.
Inizio:

- noto che nella calandra, sotto i proiettori, sono presenti le piccole feritoie che Fiat elimina a partire da novembre 1959 per far posto agli indicatori di direzione; ergo la tua autovettura dovrebbe essere stata prodotta prima di questa data. A tal proposito e per avere dati più certi possibili, ti chiedo se esiste la targhetta identificativa nel vano anteriore e quali dati riporta. Utile sapere anche il numero di serie del motore e inoltre se hai i documenti originali, quali elementi riportano questi;
- se non sbaglio, il tetto è rigido, caratteristica che dovrebbe avere solo il modello Sport. Era obbligatorio averlo così, in base alle norme della Nuova Zelanda? In Italia è nel marzo del 1959 che si passa dal tendalino che occupava l’intero abitacolo, al parziale tetto rigido che copre i sedili posteriori (entrambe le sedute anteriori sono coperte da capote). Non mi risulterebbero vetture N con tetto rigido;
- mi sembra di vedere dalle foto, che la tua auto ha i vetri delle portiere fissi e fermati alla carrozzeria da guarnizioni in gomma. La cosa strana è che a me risulta che in Italia, fin dalla sua uscita, ogni vettura aveva i deflettori che invece sono mancanti nel tuo caso. Inoltre i vetri discendenti vengono messi da ottobre 1957. Se la tua auto è del 1959, c’è da chiedersi come mai i vetri – seppur mancanti di deflettori - sono del tipo ante questa data?;
- circa il sistema di lavaggio del parabrezza, ti confermo che questo modello era privo degli augelli e conseguentemente dell’apposito impianto;
- i pulsanti sul cruscotto dovrebbero essere 3 con le seguenti funzioni: frecce, illuminazione quadro, tergicristallo mentre le luci si dovrebbero accendere con gli scatti della chiave. Dal 1959 “…compaiono sul cruscotto a sinistra dello strumento (a destra nel tuo caso) le spie di abbaglianti e indicatori di direzione (spostati dal centro cruscotto per l’adozione del posacenere)…” ;
- i sedili anteriori sostengono il peso di guidatore e passeggero mediante cinghie in gomma;
- riguardo la panchetta posteriore trovo scritto solamente che “…è rivestita di pegamoide groffata e bordata in contrasto del medesimo colore della pannelleria, ma non vi è alcun tipo di imbottitura” – trovo però scritto successivamente riguardo la versione Normale “…i sedili anteriori hanno ora una copertura anche sui fianchetti e la panchetta posteriore è leggermente più imbottita, sia sulla seduta e sia sullo schienale”
- da aprile 1958 muta in nero la cornice dello specchietto retrovisore. La tua, se non sbaglio, è grigio chiaro quindi antecedente a questa data. Da aprile 1959 lo specchietto retrovisore adotta la luce di cortesia (che mi sembra di vedere nel tuo. Sbaglio?).

Ho concluso, spero di avere presto tue notizie e anche qualche altra foto di particolari così che con l’aiuto di altri amici possiamo partecipare – seppure a distanza – a questa bella avventura che ti appresti ad iniziare.
In bocca al lupo per tutto.
Ringraziano per il messaggio: gi.ma, alexettor

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ogni 5oo ha la sua voce e io questa la conosco.
Ultima modifica: da Gens Orsina.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 1 Giorno fa #356429

  • alexettor
  • Avatar di alexettor
  • Offline
  • Messaggi: 907
  • Ringraziamenti ricevuti 315

Gens Orsina ha scritto: Ciao Zip,

innanzitutto chiedo scusa se sarò un po’ lungo nello scrivere, ma quanto ti è piacevolmente accaduto mi ha stupito. Guardo ed ammiro queste foto e mi sembra di partecipare all’apertura di una tomba etrusca; appaiono particolari a me sconosciuti tra i quali il tachimetro con misurazioni a miglia e non a chilometri.
Per mera curiosità e pensando di farti cosa gradita - complice la forzata permanenza a casa per il maledetto problema del Coronavirus - sono andato a spulciare il capitolo dedicato a questo modello sullo libro “Fiat 500 l’utilitaria della libertà” scritto a quattro mani da Matteo Camoglio ed Enrico Bo e ti rappresento di seguito alcune osservazioni, parte delle quali potrebbero trovare giustificazione solo perché la tua macchina è tra quelle che fin dalla nascita vennero destinate al mercato Neozelandese.
Inizio:

- noto che nella calandra, sotto i proiettori, sono presenti le piccole feritoie che Fiat elimina a partire da novembre 1959 per far posto agli indicatori di direzione; ergo la tua autovettura dovrebbe essere stata prodotta prima di questa data. A tal proposito e per avere dati più certi possibili, ti chiedo se esiste la targhetta identificativa nel vano anteriore e quali dati riporta. Utile sapere anche il numero di serie del motore e inoltre se hai i documenti originali, quali elementi riportano questi;
- se non sbaglio, il tetto è rigido, caratteristica che dovrebbe avere solo il modello Sport. Era obbligatorio averlo così, in base alle norme della Nuova Zelanda? In Italia è nel marzo del 1959 che si passa dal tendalino che occupava l’intero abitacolo, al parziale tetto rigido che copre i sedili posteriori (entrambe le sedute anteriori sono coperte da capote). Non mi risulterebbero vetture N con tetto rigido;
- mi sembra di vedere dalle foto, che la tua auto ha i vetri delle portiere fissi e fermati alla carrozzeria da guarnizioni in gomma. La cosa strana è che a me risulta che in Italia, fin dalla sua uscita, ogni vettura aveva i deflettori che invece sono mancanti nel tuo caso. Inoltre i vetri discendenti vengono messi da ottobre 1957. Se la tua auto è del 1959, c’è da chiedersi come mai i vetri – seppur mancanti di deflettori - sono del tipo ante questa data?;
- circa il sistema di lavaggio del parabrezza, ti confermo che questo modello era privo degli augelli e conseguentemente dell’apposito impianto;
- i pulsanti sul cruscotto dovrebbero essere 3 con le seguenti funzioni: frecce, illuminazione quadro, tergicristallo mentre le luci si dovrebbero accendere con gli scatti della chiave. Dal 1959 “…compaiono sul cruscotto a sinistra dello strumento (a destra nel tuo caso) le spie di abbaglianti e indicatori di direzione (spostati dal centro cruscotto per l’adozione del posacenere)…” ;
- i sedili anteriori sostengono il peso di guidatore e passeggero mediante cinghie in gomma;
- riguardo la panchetta posteriore trovo scritto solamente che “…è rivestita di pegamoide groffata e bordata in contrasto del medesimo colore della pannelleria, ma non vi è alcun tipo di imbottitura” – trovo però scritto successivamente riguardo la versione Normale “…i sedili anteriori hanno ora una copertura anche sui fianchetti e la panchetta posteriore è leggermente più imbottita, sia sulla seduta e sia sullo schienale”
- da aprile 1958 muta in nero la cornice dello specchietto retrovisore. La tua, se non sbaglio, è grigio chiaro quindi antecedente a questa data. Da aprile 1959 lo specchietto retrovisore adotta la luce di cortesia (che mi sembra di vedere nel tuo. Sbaglio?).

Ho concluso, spero di avere presto tue notizie e anche qualche altra foto di particolari così che con l’aiuto di altri amici possiamo partecipare – seppure a distanza – a questa bella avventura che ti appresti ad iniziare.
In bocca al lupo per tutto.

Ciao Gens Orsina :-)
Solo un appunto:
- il portacenere compare a Novembre 1961
- la Nuova 500 Tetto Apribile (con quindi soltanto metà del tetto in tela e l'altra metà in lamiera) comprare nel Marzo 1959 (sia berlina che Sport).
- i vetri fissi continuano a essere presenti nella versione Economica (discendenti nella Normale)

:-)
Ringraziano per il messaggio: gi.ma

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Don't step on the Mome Raths

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 1 Giorno fa #356434

  • Gens Orsina
  • Avatar di Gens Orsina
  • Offline
  • Messaggi: 817
  • Ringraziamenti ricevuti 853

alexettor ha scritto:

Gens Orsina ha scritto: Ciao Zip,

innanzitutto chiedo scusa se sarò un po’ lungo nello scrivere, ma quanto ti è piacevolmente accaduto mi ha stupito. Guardo ed ammiro queste foto e mi sembra di partecipare all’apertura di una tomba etrusca; appaiono particolari a me sconosciuti tra i quali il tachimetro con misurazioni a miglia e non a chilometri.
Per mera curiosità e pensando di farti cosa gradita - complice la forzata permanenza a casa per il maledetto problema del Coronavirus - sono andato a spulciare il capitolo dedicato a questo modello sullo libro “Fiat 500 l’utilitaria della libertà” scritto a quattro mani da Matteo Camoglio ed Enrico Bo e ti rappresento di seguito alcune osservazioni, parte delle quali potrebbero trovare giustificazione solo perché la tua macchina è tra quelle che fin dalla nascita vennero destinate al mercato Neozelandese.
Inizio:

- noto che nella calandra, sotto i proiettori, sono presenti le piccole feritoie che Fiat elimina a partire da novembre 1959 per far posto agli indicatori di direzione; ergo la tua autovettura dovrebbe essere stata prodotta prima di questa data. A tal proposito e per avere dati più certi possibili, ti chiedo se esiste la targhetta identificativa nel vano anteriore e quali dati riporta. Utile sapere anche il numero di serie del motore e inoltre se hai i documenti originali, quali elementi riportano questi;
- se non sbaglio, il tetto è rigido, caratteristica che dovrebbe avere solo il modello Sport. Era obbligatorio averlo così, in base alle norme della Nuova Zelanda? In Italia è nel marzo del 1959 che si passa dal tendalino che occupava l’intero abitacolo, al parziale tetto rigido che copre i sedili posteriori (entrambe le sedute anteriori sono coperte da capote). Non mi risulterebbero vetture N con tetto rigido;
- mi sembra di vedere dalle foto, che la tua auto ha i vetri delle portiere fissi e fermati alla carrozzeria da guarnizioni in gomma. La cosa strana è che a me risulta che in Italia, fin dalla sua uscita, ogni vettura aveva i deflettori che invece sono mancanti nel tuo caso. Inoltre i vetri discendenti vengono messi da ottobre 1957. Se la tua auto è del 1959, c’è da chiedersi come mai i vetri – seppur mancanti di deflettori - sono del tipo ante questa data?;
- circa il sistema di lavaggio del parabrezza, ti confermo che questo modello era privo degli augelli e conseguentemente dell’apposito impianto;
- i pulsanti sul cruscotto dovrebbero essere 3 con le seguenti funzioni: frecce, illuminazione quadro, tergicristallo mentre le luci si dovrebbero accendere con gli scatti della chiave. Dal 1959 “…compaiono sul cruscotto a sinistra dello strumento (a destra nel tuo caso) le spie di abbaglianti e indicatori di direzione (spostati dal centro cruscotto per l’adozione del posacenere)…” ;
- i sedili anteriori sostengono il peso di guidatore e passeggero mediante cinghie in gomma;
- riguardo la panchetta posteriore trovo scritto solamente che “…è rivestita di pegamoide groffata e bordata in contrasto del medesimo colore della pannelleria, ma non vi è alcun tipo di imbottitura” – trovo però scritto successivamente riguardo la versione Normale “…i sedili anteriori hanno ora una copertura anche sui fianchetti e la panchetta posteriore è leggermente più imbottita, sia sulla seduta e sia sullo schienale”
- da aprile 1958 muta in nero la cornice dello specchietto retrovisore. La tua, se non sbaglio, è grigio chiaro quindi antecedente a questa data. Da aprile 1959 lo specchietto retrovisore adotta la luce di cortesia (che mi sembra di vedere nel tuo. Sbaglio?).

Ho concluso, spero di avere presto tue notizie e anche qualche altra foto di particolari così che con l’aiuto di altri amici possiamo partecipare – seppure a distanza – a questa bella avventura che ti appresti ad iniziare.
In bocca al lupo per tutto.

Ciao Gens Orsina :-)
Solo un appunto:
- il portacenere compare a Novembre 1961
- la Nuova 500 Tetto Apribile (con quindi soltanto metà del tetto in tela e l'altra metà in lamiera) comprare nel Marzo 1959 (sia berlina che Sport).
- i vetri fissi continuano a essere presenti nella versione Economica (discendenti nella Normale)

:-)


Ciao Alex,
prendo nota delle tue osservazioni alle quali però non posso controbattere in quanto - come ho detto e salvo miei errori interpretativi o dimenticanze - mi sono limitato a riportare ciò che ho letto nel libro citato, peraltro scritto da autori che reputo competenti in materia.
Come tutti i temi riguardanti le 5oo ci sono discordanze che non potranno mai essere chiarite in maniera inconfutabile probabilmente perché più passa il tempo meno certezze abbiamo.
Vediamo se altri amici del Forum possono aiutarci in questo e aspettiamo notizie da aprte di Zip, che sicuramente sta dormendo visto che in questo momento in Nuova Zelanda sono da poco passate le 4 di notte del 3 aprile 2020.
Grazie per l’attenzione e in bocca al lupo per tutto

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ogni 5oo ha la sua voce e io questa la conosco.
Ultima modifica: da Gens Orsina.

Il restauro di Rusty Fiat 500N del 1959 3 Mesi 1 Giorno fa #356436

  • alexettor
  • Avatar di alexettor
  • Offline
  • Messaggi: 907
  • Ringraziamenti ricevuti 315
Certamente! Però permettimi di dirti che i Quattroruote dell'epoca riportano cronologicamente tutti i dati, quindi penso che siano proprio certezze. Non me ne volessero gli autori di quel libro ma ti faccio un esempio più tangibile: la mia 500, e come la mia altre di gente che conosco, è del 1961 (la mia, più precisamente, di Marzo). Non ha lavavetri, non ha portacenere, non ha paraginocchia, ha leve avviamento di ghisa, alette parasole sifilitiche in plastica grigia e sedile posteriore, seppur reclinabile, meno imbottito delle D successive.
Più certezza di così...
Comunque, tornando alla N del 1959 di Zip, altro che bella rarità! E credo proprio di sì: che sia la seduta che lo schienale fossero soltanto incollati alla carrozzeria.
:-)
Ciao
:-)
Ringraziano per il messaggio: Gens Orsina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Don't step on the Mome Raths
Ultima modifica: da alexettor.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Moderatori: meurywilliamscb73
Tempo creazione pagina: 2.808 secondi

popup 2020

Scopri di più..

RICORDA DI RINNOVARE LA TUA ISCRIZIONE AL CLUB!