Cincent a Milan - Il mito nel futuro
500
Accedi Registrati

Accedi


 di Valentina e Agostino Pellegrino

Erano cento le Cinquecento in piazza Tre Torri il 9 giugno scorso, a Milano. Le nostre cinquine, piccole e fiere, hanno tenuto testa ai grattacieli imponenti e futuristici del nuovo District meneghino.

L'evento organizzato da Agostino Pellegrino per il coordinamento Milano Città del fiduciario Massimiliano Marchetti è stato un successo, una macchina ben oleata che ha "macinato" l'intera giornata, ricca di iniziative, senza nessun intoppo. Anche le nuvole e qualche scroscio di pioggia non hanno fiaccato nè il morale dei partecipantine nè quello dello staff.

Il fermento dei preparativi è iniziato prestissimo, all'alba: il team di volontari, capitanato da Agostino Pellegrino e Federico Moioli, ha predisposto tutto per un arrivo ordinato ed efficiente, così da permettere a tutti gli iscritti di parcheggiare le auto nel piazzale pedonale. Nessun'auto era mai entrata in piazza Tre Torri, ma domenica ne sono entrate ben cento!

A dirigere il “traffico” in entrata e a verificare la pre-iscrizione è stato incaricato Maurizio Menduni, un nuovo amico dei "cinquecentisti”.

Deputati al delicato compito di far posizionare in maniera ordinata e coreografica le cinquecento sono stati Alessio Campaner, Daniele Lippi e Massimiliano Marchetti, rispettivamente fiduciari di Milano Nord, Lecco e Milano città.

 

Prima di passare sotto l’arco gonfiabile di ingresso tutti i partecipanti sono stati invitati a farsi scattare 2 foto ricordo con la propria auto sullo sfondo della piazza con i palazzi di vetro, e a questo ci ha pensato il fotografo Davide Grecchi.

Contemporaneamente è partita anche una diretta su Facebook attraverso la home del Club 500 Italia girata dal nostro speaker Enzo, addetto alle comunicazioni, e si sono registrati circa 9.000 contatti.

Una volta sistemati tutti gli equipaggied aver iniziato ad ammirare tutte le auto intorno alle 11 sono iniziate le manovre per il corteo: era giunto il momento della sfilata per le vie di Milano. Grazie alla "scorta speciale" della Polizia locale che ha svolto un lavoro decisamente impeccabile, il percorso cittadino si è svolto in assoluta tranquillità, tra gli sguardi e i saluti dei pedoni in giro per la città che si affrettavano a immortalare il momento; sono stai toccati moltissimi luoghi storici e rappresentativi di Milano: l'Arena civica, il cimitero monumentale, piazza Gae Aulenti, la Rotonda della Besana, Porta Romana, la Darsena, Santa Maria delle Grazie, solo per citare alcune delle tappe. Durante il rientro un piccolo tamponamento ha ammaccato il musetto del cinquecentista Panzeri Fabrizio, ma il corteo è comunque rientrato al completo e senza problemi. Andrea Abbascià, che ci ha fornito il servizio di assistenza con il suo carroattrezzi, non ha dovuto soccorrere nessuno. Prima di parcheggiare nuovamente in piazza e al passaggio obbligato sotto l’arco tutti gli equipaggi sono stati omaggiati con un gadget  aggiuntivo, un Power bank con il logo di Cincent a Milan.

Sopra le nostre teste si è mosso agilmente un drone per le riprese aeree. La sua presenza, comunque discreta, ha incuriosito molti e il risultato dei contributi video girati insieme a alle riprese degli altri cameraman presenti, potrete vederli nel montaggio di un audiovisivo riassuntivo della giornata che è visibile sia sul sito del club che sulla pagina Facebook del coordinamento di Milano Città.

Sono le 12.30 ed èarrivata l'ora del pranzo; Ognuno ha potuto scegliere se usufruire delle offerte e agevolazioni pensate per noi dai vari punti di ristoro presenti nello Shopping District oppure pranzare presso il RED Bistrot di Feltrinelli con 3 tipologie di menù a scelta. Quindi un attimo di pausa e relax prima del prossimo appuntamento:  alle 14.30 Cecilia e  Mariacristina , le nostre guide, accompagneranno la visita al Parco Artline di CityLife, un progetto di arte pubblica a cielo aperto del Comune di Milano, che prevede un percorso con molte opere permanenti di artisti internazionali e non. C’è invece chi ha preferito approfittare di alcuni sconti a noi riservati dai negozianti del centro commerciale e visitare la piazza.

La giornata però non è ancora finita, ci sono le premiazioni: ai Vigili del Fuoco che, con Luca Sandoli, hanno sfilato con la loro 500 Giardiniera d’epoca, è stata regalata la targa ricordo e il gagliardetto del Fiat 500 Club Italia. Non abbiamo potuto esimerci dal premiare l’equipaggio dei simpaticissimi Anna e Stefano Eizenberger che ci sono venuti a trovare dalla Svizzera con una favolosa Jolly Ghia export America e con una fantastica Gamine Vignale. Dopo i dovuti ringraziamenti a tutti i partecipanti, alle forze dell’ordinenelle persone dei commissari Navone, Monopoli e Petraroli, al Comune di Milano che ha patrocinato l’evento e ai coordinatori di City Life Alessia Villa, Carlotta Calderoni e Andrea Romualdi, sono stati assegnati i pistoni trofeo per la macchina più giovane - una 500 R del 1975 di Leonardi Sebastiano 84 anni e più anziano degli autisti, per quella più vecchia - una 500 N del 12 luglio 1957 di Galli Giacinto e quelle più votate dai presenti: 1° posto per la 500 F del '68 di Rosanna e Massimiliano (primo loro raduno) e 2° posto per la 500 F del ’67 di Marini Lorenzo.

A sorpresa gli amici svizzeri ci hanno omaggiato di una scultura di cioccolato fatta da loro rappresentante la 500 e la piazza Tre torri e che in pochi minuti è stata divorata dai presenti.

Non possiamo terminare il racconto della bellissima giornata senza ringraziare tutta la segreteria del Club che anche dalla lontana Garlenda c'è stata di prezioso aiuto e senza sottolineare la gentilezza, la disponibilità, l’educazione e l’affidabilità di tutti i volontari che hanno preso parte alla manifestazione e che hanno composto una invidiabile squadra :Valentina, Luca, Francesca, Federico, Daniela, Stefano, Teo, Maurizio, Enzo, Daniele, Ivan e Dido.

Arrivederci al prossimo raduno.

Pin It

NEWSLETTER DEL CLUB

Privacy e Termini di Utilizzo