500
Accedi Registrati

Accedi


di Pierluigi Bordiga

Rimango ogni anno sempre più stupito da quante persone nutrono un’affetto particolare per le mitiche piccole 500 e quest’anno, a conferma di questo, si sono presentati il 21 e 22 settembre a Cortina d’Ampezzo, circa 150 veicoli.

Per la giornata di sabato, aiutati dalla magnifica giornata di sole e con già 80 equipaggi al seguito, si parte per il giro turistico attraverso alcuni passi dolomitici e nonostante qualche problemino dovuto all’età delle nostre vetture, la giornata si conclude felicemente, anche grazie agli scorci meravigliosi che le Dolomiti Ampezzane hanno regalato ai partecipanti.

La giornata di domenica mattina si apre con il ritrovo al Piazzale della stazione di Cortina, dove, dopo una gradita colazione e aggiunte le vetture arrivate solo per la seconda giornata di raduno, organizzati gruppi da 30 vetture, partiamo per un tour che attraversa le piccole frazioni di Cortina, fino a giungere allo Stadio del Ghiaccio con arrivo ed ammassamento simili ad una partenza di Formula1.
Qui, raccolti a gruppi, ci accompagnano a visitare la struttura e viene offerto un ricco buffet che ha potuto riscaldare un po’ i più infreddoliti dal freschino mattutino.

Ripreso il posto di guida ci dirigiamo, dopo un breve giro panoramico, in Corso Italia per la sfilata e l’esposizione di tutti i magnifici Cinquini arrivati per l’evento. Come sempre veniamo accolti calorosamente da turisti e residenti stupiti dal rombo e dall’energia dei nostri motori.
Sotto l’imponente campanile che domina la città, iniziamo le numerose premiazioni. Non riuscendo a nominare tutti, e scusandomi per questo, ricordo in particolare il Club Euganeo premiato come gruppo più numeroso, il dottor Pirolo con i famigliari che hanno partecipato con auto e abbigliamento dell’epoca e la signora Ceccarelli arrivata su ruote da Roma. Dopo i dovuti ringraziamenti agli sponsor e a tutta la macchina organizzativa che ha collaborato alla buona riuscita dell’evento, ci dirigiamo per il pranzo e i saluti finali presso l’Hotel Villa Argentina, in località Pocol.

Quest’anno ho tanti ringraziamenti da fare. Inizierei con il commissario ASI Bruno Masato che ha partecipato con la sua 500N del ’58. Ringrazio i fiduciari del Friuli Venezia Giulia, Walter Cozzarizza e delle Marche, Donatella Sambuchi, accompagnata da famigliari ed amici, i miei amici del Club 500 OMBRE di Ponte nelle Alpi, e per ultimi ma non ultimi gli amici e collaboratori del Club Zinkezento Cortina, Amerigo, Jacopo, Davide, Alessandro, Nicola e Andrea che con la loro passione ed entusiasmo ogni anno organizzano tutto in maniera esemplare. A loro un grazie di cuore!

A tutti i partecipanti di questa edizione 2019 un’abbraccio per averci onorato della loro presenza e un arrivederci all’edizione 2020.
Pierluigi Bordiga, coordinatore del Fiat 500 Club Italia di Belluno.

 

 

Pin It