di Renato Donati
Il 12 dicembre 2021 ci siamo trovati in tanti, più di cento fra soci ed amici, per festeggiare, nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti anti covid, la fine del tribolato anno 2021 e l’augurio di un 2022 pieno di tante speranze per una situazione migliore.

Infatti la pandemia, violenta e terrificante anche nel 2021, ha ridotto notevolmente la maggior parte delle attività radunistiche e conviviali programmate, senza però che lo spirito forte e allegro dei cinquecentisti abbia avuto sosta. Ci siamo radunati presso il rinomato Ristorante "Terantiga" a Varignana, nei pressi di Bologna, all’insegna della gioia di stare assieme. Dopo le premesse di rito da parte dall’attivissimo fiduciario di Bologna Claudio Calzolari, assistito dalla sempre efficiente Betta, è stata la volta di un particolare saluto al presidente del Fiat 500 Club Italia Stelio Yannoulis, che ha deciso, dopo dodici anni, di lasciare l’incarico alle forze nuove, avendo conseguito negli anni del suo mandato i risultati che si era prefisso, come il raggiungimento di quasi 22.000 soci iscritti, un clima di lavoro e rapporti esterni improntati alla massima franchezza collaborativa e, non ultimo, l’acquisto di un lotto di terreno su cui costruire la nuova sede del Club e del Museo. Grazie, Stelio, per tutto quello che ci hai dato con tanta passione e dedizione, anche nel ricordo della tua collaboratrice e moglie eccezionale, la amata Marinella! L’applauso scrosciante dei presenti è stato inevitabile. Scambiatisi i saluti fra i vari partecipanti, si è dato inizio alle prelibate portate sfornate dalla cucina, con primi, secondi, dolci e libagioni varie in abbondanza. Come consuetudine, durante il pranzo si sono succeduti tanti momenti. Intanto abbiamo avuto la graditissima presenza straordinaria di Alessandro Romani (accompagnato dai figli Leonardo e Stella), erede di Adolfo (il famoso preparatore bolognese di bicilindriche), che ha anche raccontato vari aneddoti della vita di quel "geniaccio" di suo padre. Poi si sono succedute la rituale pesca, con tanti e ricchi premi in palio, e le molte premiazioni ai soci per le loro benemerenze nello svolgimento delle attività del Club. Ricordo la piacevole e allegra presenza di vari fiduciari dalle altre regioni come Massimo Lissa di Pistoia, Ringo Ducci di Firenze, Marco Salvadori di San Gimignano, Fabio Grosso di Roma Sud, Cesare Grignani dell'Oltrepò Pavese e Agostino Pellegrino di Milano Est, che fra l’altro si sono esibiti in un piacevole e gradito spettacolino improvvisato di buon auspicio per le festività in arrivo. Naturalmente non è mancata la poesia scritta e recitata con tanta passione da Mara Rossi, che ha coinvolto tutti. Aggiungo che Mara ha fatto stampare parecchie copie di un libricino contenente varie delle sue poesie, che ha consegnato ai presenti che ne hanno fatto richiesta per contribuire ad una raccolta fondi da devolvere all’A.I.R.C., Associazione Italiana Ricerca Cancro. Bella e notevole iniziativa: brava Mara. Alla fine a tutte le signore presenti è stato consegnato un ricordo della manifestazione. Tutto è cominciato in allegria ed è finito in altrettanta allegria. Saluti, abbracci e tante affettuosità hanno chiuso questa meravigliosa giornata con l’impegno di ritrovarci fra un anno, sperando in condizioni sanitarie migliori. A tutti, arrivederci in un 2022 sereno, allegro, felice e pieno di rinnovato impegno!