500
Accedi Registrati

Accedi


di Vincenzo Siragusa
Il 6 gennaio 2023 ha avuto luogo a Palermo il 1° meeting “Fiat 500 al Massimo - Vivi il Natale in 500” organizzato dal locale Coordinamento guidato dal sottoscritto. La Befana ha girato in Fiat 500 con tutto il seguito costituito da più di 60 autovetture.

Dopo il ritrovo alla Palazzina Cinese, onorati dalla presenza del referente regionale Davide Cappadonna, e la distribuzione ai partecipanti delle borse ufficiali del Club ricche di tanti omaggi, la carovana ha transitato il cuore della città fino a Piazza Verdi, accolti dall’assessore comunale allo Sport Sabrina Figuccia. Le “signorine belle, rotonde, allegre e multicolor” si sono fermate in esposizione per essere ammirate davanti al Teatro Massimo, il più grande teatro lirico d’Italia e uno dei più grandi d’Europa.
Questa “piccola invasione”, è stata una valida occasione per tutelare, divulgare e sviluppare il patrimonio tecnico e culturale italiano delle 500 che non ha pari al mondo raggiungendo anche un obiettivo di natura sociale.
Dopo l’aperitivo tra le storiche, tutti i cinquecentisti si sono ritrovati al ristorante dove si è dato inizio alle prelibate portate sfornate dalla cucina con primi, secondi, dolci e libagioni varie in abbondanza.
Nel pomeriggio sono stati messi in palio tanti ricchi premi, sono state distribuite delle targhe ai soci per le loro benemerenze nello svolgimento delle attività del Club.
La grande risonanza che ultimamente hanno avuto i raduni e le passeggiate organizzati dal rinnovato Coordinamento di Palermo, ha acceso gli animi degli sponsor che, sempre più numerosi, desiderano offrire un loro contributo per la realizzazione di queste manifestazioni che vedono una partecipazione sempre più consistente per cui corre l’obbligo di ringraziare le aziende: Supermercati Decò Gruppo Arena, Fiasconaro, Oleificio Giambanco, Melchioni family e Casa del rasoio.
Un ringraziamento speciale va, chiaramente, a tutti i presenti, alle Forze dell’Ordine, all’Amministrazione Comunale che hanno permesso la realizzazione della manifestazione in città e anche alla gentile signora che ha indossato i panni della “Befana in 500”.

Pin It