500
Accedi Registrati

Accedi


di Mirko Mancinelli 
Incontro di fine anno dei soci del Coordinamento della provincia di Macerata del Fiat 500 Club Italia. Domenica 12 novembre 2023, in una giornata uggiosa, tipica di novembre, si è tenuto il primo incontro per soli tesserati.

Oltre al sottoscritto, fiduciario di zona, ed ai suoi iscritti, presente la referente della regione Marche e fiduciaria della provincia di Pesaro e Urbino Donatella Sambuchi. La giornata è iniziata presso il bel convento di Renacavata di Camerino, inerpicato nei colli camerti. Il convento di Renacavata è luogo di importanza storica eccezionale, in quanto primo convento dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, che a Camerino nacquero nel 1528. Da questo primo convento, l’Ordine si estese ben presto in tutta Italia e successivamente in tutto il mondo. Oggi a Camerino i frati continuano a vivere secondo il modello del serafico padre e dei primi fondatori dell’Ordine. Da qui è iniziato il nostro "cammino" in 500! La giornata è stata l’occasione per conoscere gli iscritti, il Club e tutto quello che offre ai propri tesserati, ma anche per organizzare prossimi incontri e manifestazioni per il 2024. I soci hanno potuto rinnovare la propria iscrizione e gli è stata consegnata una bag con alcuni prodotti tipici per i quali si ringraziano: l’azienda agricola Pacioni di Sant’Angelo in Pontano, l’azienda agricola Monte Castello di Serravalle del Chienti, l’azienda Castellino di Matelica, l’azienda Varnelli di Muccia, Folusci Infissi di Tolentino, Assicurazione Allianz di Camerino.
La mattina è proseguita con la messa presso la chiesetta del convento, la benedizione degli equipaggi e, dopo qualche foto di rito, si è partiti per il giro turistico. Gli equipaggi presenti, dopo aver attraversato Camerino e Muccia, due Comuni ancora devastati dal terremoto del 2016 del centro Italia, sono giunti al Bar-Pizzeria I Giardini by Mirko Casoni a Muccia. Qui sono stati accolti dal proprietario e dagli iscritti al “Castrum Car Engine” di cui Casoni fa parte, con le loro auto tuning, e il Coordinamento di Macerata ha offerto l’aperitivo. Vedere la devastazione del terremoto, le SAE (soluzioni abitative di emergenza), dove le persone ancora abitano dal 2016 e vedere come questo bar sia così spiritoso e "vivo" sono stati un’emozione unica, dando il senso della forza della popolazione. Da Muccia la carovana di 500 è poi ripartita in direzione Serravalle del Chienti, altro Comune distrutto dal sisma, dove, presso la Locanda Montigno, è stata accolta dalla spumeggiante proprietaria Silvia Gubbini. Qui il pranzo è stato ottimo ed impeccabile, con molti prodotti del territorio, che non si trovano altrove. Antipasto con affettati misti, formaggi, coratella, crescia di mais ripiena di cavoli strascinati. Due primi con cannelloni al ciauscolo e mezza manica al ragù di agnello, carciofi e grana a scaglie. Per secondo maialino al finocchietto con castagne e per contorno un’insalata invernale. Per finire il tutto con panna cotta alla mela verde di Camerino.
Durante il pranzo, il Coordinamento ha voluto ringraziare tutti i partecipanti e la referente della regione Marche con un ricordo della giornata. Inoltre, sono stati omaggiati quattro soci in particolare tra i presenti al pranzo: Giuliano Carletti di Appignano da più anni iscritto al Club, Anna Rita Amici di Camerino come “decana” e Cristian Scocco di Porto Recanati come cinquecentista più giovane, Maurizio Elisei di Loreto come nuovo tesserato. “Location, novità, spirito di aggregazione, territorio, buon cibo, sono da sempre gli ingredienti giusti per passare una giornata spensierata e godereccia” dice il membro del nostro staff ufficiale Loris Ricotta di Macerata. Una giornata speciale che ci porteremo nel cuore, intensa, piena di incontri, risate e nuove amicizie. Una prima volta indimenticabile.
Un grazie particolare va a tutti i soci che hanno partecipato, che ne hanno reso possibile la riuscita e che hanno condiviso con noi la passione per il motorismo storico e per la piccola, ma grande, 500. Grazie alla presenza della referente regionale Donatella Sambuchi, che ha portato egregiamente e fatto sentire la presenza del club. Ancora un grazie speciale ai frati cappuccini del convento di Renacavata di Camerino per l'ospitalità.

Pin It