500
Accedi Registrati

Accedi


di Jessica Marzi 

Domenica 19 maggio 2024, sotto un bellissimo sole primaverile, si apre la seconda edizione del “Raduno FIAT 500 a Cogoleto”.

Dopo il successo dello scorso anno, il fiduciario della Riviera del ponente genovese, Luca Piccardo, in questa occasione con la collaborazione del fiduciario Massimiliano Parodi  della sottoscritta dal Coordinamento di Alessandria e Acqui Terme, assieme al socio Christian Micelli, hanno organizzato questo evento speciale in nome della passione per i nostri cinquini e della solidarietà.

La giornata, infatti, si è svolta con lo scopo di devolvere parte del ricavato per sostenere le attività dell’associazione AISEA onlus (che raggruppa le famiglie con figli affetti dalla sindrome rara di emiplegia alternante) e della Band degli Orsi, associazione di volontari che accoglie i piccoli ospiti dell’ospedale pediatrico Gaslini di Genova.

Fin dalle prime ore del mattino, il Molo F. Speca si è animato di appassionati e curiosi, tutti desiderosi di ammirare le nostre amate bicilindriche, simbolo di un tempo passato ma sempre vivo nel cuore degli Italiani.

Tra i presenti al raduno, Domenico Romano, presidente fondatore; Franco Cappato, delegato della Pro Loco di Garlenda; Alessandro Vinotti, vicepresidente; Alberto Tornatore, referente della regione Liguria; il fiduciario della Riviera delle Palme, Francesco Pititto, Gino Rigolli fiduciario del Coordinamento di Genova con il socio Teresio Parodi; dalla Valle Scrivia, Pietro Radole e dal coordinamento di Ovada e Tortona, Massimo Delsanto.

Fatta l’iscrizione, accompagnata dalla tipica focaccia ligure e un buon caffè, verso le 11 siamo partiti per il giro panoramico lungo la costa che ci ha portato a lungomare Europa, ex ferrovia tra Cogoleto e Varazze, ora pista ciclabile. Al volante della nostra mitica, col rumore del motore a fare da colonna sonora, ci siamo gustati i raggi di sole del mattino e la leggera brezza marina lungo la strada costiera.

Abbiamo quindi proseguito il nostro percorso verso Varazze per poi tornare a Cogoleto e salire verso la località di Sciarborasca che ci ha ospitato per il pranzo.

Verso le 15 siamo tornati al molo F. Speca, dove la Band degli Orsi e l’Associazione AISEA sono stati omaggiati con un dipinto eseguito dal designer e consigliere nazionale del Fiat 500 Club Italia, Antonio Erario.

A seguire, il fiduciario Luca Piccardo ha rinnovato i ringraziamenti ai comuni di Cogoleto e Varazze, alle rispettive polizie locali che hanno contribuito a livello logistico, ai commercianti di Cogoleto e Sciarborasca, a diverse aziende e ditte genovesi che hanno contribuito nella riuscita del raduno, alla Croce Rossa di Cogoleto, alla Croce d’Oro di Sciarborasca per l’organizzazione del pranzo, alla Banda Bassotti e la Confraternita di San Lorenzo per la preparazione delle focaccette, al Gruppo Alpini e la Protezione Civile di Cogoleto, ai carabinieri della stazione di Arenzano, oltre ai volontari che si sono prestati per la buona riuscita della manifestazione e a tutti i soci cinquecentisti intervenuti al raduno. 

Inoltre, aggiunge Luca “Sono felice del successo di questo raduno. In particolare di essere riusciti a raccogliere 2000€ per ciascuna associazione che, grazie al nostro piccolo contributo, riusciranno a supportare le famiglie che affrontano patologie importanti. Grazie a tutti, vi aspettiamo il prossimo anno per trascorrere insieme un’altra splendida giornata come quella di oggi all’insegna della beneficenza”.

 

Pin It