di Antonio Erario 
La richiesta di Fulvio Zucco arrivata al Fiat 500 Club Italia era precisa: "Avete a disposizione una Fiat 500 N del 1957?" ...attivando i giusti canali... la risposta non poteva che essere sì!
28 novembre 2015, partenza all'alba da Parma per Luca e Barbara Baldi, destinazione ASC di Vairano (PV), Centro Prove Quattroruote.

Sicuramente non hanno la minima idea di cosa faranno oggi alla loro splendida Fiat nuova 500 N 1957 rigorosamente con i vetri fissi... ma sono consapevoli che succederà qualcosa di speciale. Alle 8,30 ci ritroviamo tutti a Torrevecchia Pia (PV) puntualissimi insieme al fiduciario di Piacenza Lorenzo Achilli, tutti e quattro ci avviamo all'ingresso del Centro Prova ASC, rendendoci conto che questo sarà un evento unico quando vediamo ventitrè autentiche icone del design schierate sotto il porticato.
Lucidatina finale alla 500 N... si posiziona tra le altre, insomma tutto è pronto.
Carlo Cavicchi di Quattroruote, gentilissimo, ci offre un caffè ed un po' di sollievo in una saletta calda (visto il freddo) e ci spiega dettagliatamente che l'evento è un Master sul Car Design rivolto a pochissimi studenti asiatici, giunti appositamente in Italia per assistere alle lezioni dei più grandi designer del mondo. In una settimana si sono susseguiti in cattedra Chris Bangle, Aldo Brovarone, Walter De Silva, Leonardo Fioravanti, Marcello Gandini, Roberto Giolito, Giorgetto Giugiaro, Flavio Manzoni (Stile Ferrari), Filippo Perini (Stile Lamborghini) ed Ercole Spada. Intanto arriva il docente: l'ing. Lorenzo Ramaciotti, capo del Design FCA dal 2007 al 2015, ex direttore del centro Stile Pininfarina.
Poco più tardi arrivano anche gli studenti e dopo un briefing del dott. Cavicchi, inizia la lezione direttamente intorno alle vetture. Ramaciotti, coadiuvato da un maxi schermo dove scorrono immagini e disegni, inizia a spiegare le architetture, le forme e le scelte stilistiche: si parte dall'Isotta Fraschini 8 AS del 1929 e poi via via Fiat 508 Balilla berlinetta, Fiat 500 Topolino, Alfa Romeo 2900B, Cisitalia 202, Alfa Romeo 6C Villa D'Este, Lancia Aurelia B20, Lancia Flaminia coupè, Alfa Romeo Giulietta, Fiat 600, Fiat Nuova 500, Peugeot 404, BMW 2000, Volkswagen Golf 1974, Ferrari 275Gtb, Lamborghini Miura, Lamborghini Countach Lp400, Ferrari Testarossa 1984, Lancia Delta 1979, Fiat Uno, Fiat Panda 1979, Alfa Romeo 156 per arrivare alla Fiat 500 2007. Tutte le vetture vengono spiegate minuziosamente, nei dettagli, accarezzando le forme, esaltandone le peculiarità del progetto, analizzando il periodo storico e la concorrenza, in un excursus coinvolgente ed appassionante. I ragazzi interessatissimi  scrutano i particolari prendono appunti, fanno domande su tutte le vetture, ma quando è il momento della Fiat nuova 500 del 1957... iniziano a fotografarla, ad aprirla, magicamente affascinati da questo gioiellino disegnato da Dante Giacosa.
Incrocio lo sguardo di Luca e Barbara vedendoli orgogliosi della loro bicilindrica. Altre due vetture hanno avuto lo stesso vigoroso interesse: la Lamborghini Miura e la Fiat Panda... preciso che l'interesse è stato altissimo per tutte, ma per queste tre ancora maggiore. Ma non è finita... l'ultima vettura descritta è la Fiat 500 2007; intanto un bel sole rende omaggio ai ventitrè gioielli e su richiesta la Nuova 500 1957 viene affiancata alla Fiat 500 2007. Tutti le fotografano, le ammirano, viene fatta la foto di rito con tutto il gruppo, poi un ragazzo corre verso la 500 N e l'abbraccia. Vale la pena ricordare che sia la Fiat nuova 500 1957 di Giacosa che la Fiat 500 del 2007 di Giolito sono state premiate con il prestigioso Compasso d'Oro, il massimo riconoscimento internazionale nel campo del design.
Approfittiamo anche noi per fare una foto con il dott. Cavicchi e l'ing. Ramaciotti, orgogliosi della bicilindrica ed onorati di essere stati coinvolti da Edidomus in un prestigioso contesto come questa lezione sul Car Design.
L'entusiasmo di questi ragazzi asiatici aspiranti designer conferma la maestria e l'estro del car design italiano, l'armonia dello stile, la creatività e l'equilibrio formale fatto di proporzioni che ci rende famosi in tutto il mondo. Scuola di stile che ha attirato in Italia anche Chris Bangle, l'unico relatore straniero presente tra i grandi designer italiani.
Dante Giacosa sarebbe orgoglioso della sua Fiat nuova 500, noi lo ringraziamo per aver creato un capolavoro di cui tutto il Fiat 500 Club Italia e i suoi soci sono ambasciatori ufficiali nel mondo.
Si ringraziano per questa splendida giornata: Fulvio Zucco Caporedattore Ruoteclassiche; Carlo Cavicchi Relazioni Esterne Quattroruote; i soci Pasquale, Luca e Barbara Baldi per aver messo a disposizione la loro Fiat Nuova 500 del 1957, il commissario tecnico Enrico Bo ed il fiduciario di Piacenza Lorenzo Achilli.