Giriamoci la Brianza in 500
500
Accedi Registrati

Accedi


di Antonio Orsini

Il 29 Settembre è andato in scena il 3° evento “Giriamoci la Brianza” denominato quest'anno “E tutta la città correva intorno a noi”, come recitava una famosa canzone degli anni '70 interpretata dall'Equipe84.

Scenografica la location delle iscrizioni apertesi sin dalle ore 8,30 in Piazza Trento Trieste a Monza che è stata democraticamente occupata da un centinaio di Fiat 500, le stesse che a metà mattinata hanno sfilato in corteo per le principali vie del centro normalmente interdette alla circolazione tra lo stupore di tutti i passanti.

A mezzogiorno la carovana di auto si è trasferita nella vicina Biassono dove gli ospiti hanno potuto gustare un ricco buffet con aperitivo gentilmente offerto dall'Enoteca Meregalli. A seguire a piccoli gruppi gran parte degli equipaggi hanno attraversato numerosi paesi della Brianza per giungere fino ai piedi di Montevecchia (LC) per gustare il pranzo preparato dalla Pro-Loco, a base di prodotti locali.

A metà pomeriggio dopo i primi ringraziamenti di rito e dopo aver sorseggiato un buon caffè, gli equipaggi si sono trasferiti nella parte alta del paese di Montevecchia, non senza qualche apprensione per l'integrità dei cinquini: difatti la salita che porta al Borgo di Montevecchia è molto popolare tra gli appassionati di ciclismo, poichè in alcuni tratti presenta delle forti pendenze che raggiungono anche il 19%. I cinquini non si sono fatti trovare impreparati: impreparata forse era la piazzetta del centro storico interdetta alla circolazione e quindi non abituata ad accogliere un numero così elevato di auto.

La giornata si è quindi conclusa in un atmosfera di festa e saluti, le foto di rito e le varie premiazioni che hanno visto coinvolto: l'autovettura più interessante votata da tutti gli iscritti, l'equipaggio femminile, l'equipaggio più giovane del 2001, il conducente più “storico” e la tessera più anziana presente al raduno con il numero 632.

Chiuse le formalità di rito, gli intervenuti a piedi si sono man mano diretti sul punto più alto della collina di Montevecchia dove sorge il santuario della Beata Vergine del Carmelo, dalla cui terrazza nelle giornate limpide si può ammirare dall’alto la Brianza e scorgere tutti i grattacieli di Milano e poi ancora più giù sino agli Appennini.

Una citazione va alle amministrazioni comunali di Monza e Montevecchia che hanno entrambe concesso il patrocinio, un ringraziamento speciale a Edoardo Sala e Ivan Pendeggia rispettivamente Vicesindaco e Presidente della Pro Loco di Montevecchia, ai due sponsor storici Mafra e Automobilismo d'epoca, la WGA Sistemi Antincendio di Paderno Dugnano, per averci fornito gli estintori, alla Concessionaria G. Villa di Monza.

La formula di impegnare due o più Coordinamenti per la realizzazione di un unico evento si sta dimostrando vincente: quest'anno difatti l'organizzazione ha visto coinvolti sia quello di Monza che quello di Lecco rispettivamente con i fiduciari Antonio Orsini e Daniele Lippi e i collabboratori Melinda Mondella, Alberto Arosio e Alessandro Fabiano. Arrivederci all'edizione del 2020.

 

Pin It