500
Accedi Registrati

Accedi


Il 3 ottobre si è tenuto a Bologna presso l’Hotel Amadeus il Consiglio Direttivo del Fiat 500 Club Italia. Il Consiglio si è riunito per discutere sull’andamento del Club e sulle azioni future per lo sviluppo dell’associazione, specialmente in considerazione dei difficili tempi che corrono.

All’apertura della riunione il presidente Stelio Yannoulis ha invitato i presenti ad un minuto in silenzio per commemorare gli amici recentemente scomparsi: Lorenzo Ingrassia, Massimo Castellano, Giuseppe Perez, Giovanni Lembo e la moglie Marinella Pifferi.

È stato approvato il bilancio del 2019, che sarà pubblicato sul prossimo numero di 4PiccoleRuote e, dopo l'approvazione del Collegio dei Revisori dei Conti sarà portato all'approvazione all'assemblea del 6 dicembre. Seguendo l’ordine del giorno, sono state esaminate le statistiche regionali e provinciali riguardanti l’andamento del tesseramento. Il lockdown della primavera ha inciso sulle iscrizioni al Club, specialmente di nuovi cinquecentisti. A tal proposito il Consiglio ha espresso soddisfazione per le numerose iniziative messe in atto durante e dopo il lockdown per coinvolgere ancor più le famiglie dei soci e far sentire loro la presenza di una associazione che ha saputo offrire supporto, risposte e anche momenti di svago, durante le lunghe settimane che hanno messo il Paese a dura prova.

Il presidente Stelio Yannoulis ha comunicato all’assemblea che la convenzione con Allianz continua a crescere con grande soddisfazione, avendo raggiunto la quota di 11.482 polizze contratte dai soci del Club.

A seguito della scomparsa di Lorenzo Ingrassia sono stati approvati: come Consigliere Alberto Tornatore, come vicesegretario Romeo Massimiliano Testa e come referente regionale della Sicilia Davide Carmelo Cappadonna. Il nuovo segretario del Comitato Esecutivo è Marco Maglietti, che subentra al posto di Marinella Pifferi.

Il Commissario Tecnico Nazionale Enrico Bo ha parlato delle pratiche ASI, segnalando un andamento positivo in termini di numeri e qualità del lavoro. Seguendo le importanti direttive dell’Automotoclub Storico Italiano, è stato approvato l’adeguamento della quota di iscrizione al Club e all'ASI, che per il 2021 sarà di 100 euro anziché 90. Rimane invariata la quota di 48 euro per chi si iscriverà solo al Fiat 500 Club Italia.

Su proposta di Enrico Bo, è stato approvato l’inserimento a calendario nel mese di giugno 2021 di una manifestazione ASI a Torino, che sarà organizzata dal Referente Regionale Michele Gallione in collaborazione con il Revisore dei Conti Flavio Austa, il Consigliere Antonio Erario, il fiduciario di Torino Mauro Paire e con i Commissari Tecnici Enrico Bo e Carlo Giuliano.

Ugo Elio Giacobbe ha letto la relazione sul Museo “Dante Giacosa”, sottolineando la messa in atto degli adeguamenti COVID. Ha inoltre parlato delle visite estive, inclusa quella dei ragazzi del Campo Solare di Garlenda, piccolo evento realizzato con l’aiuto del Comandante dei Vigili Urbani di Alassio Francesco Parrella, che ha voluto ricordare l'evento “Crescere Sicuri” che per ovvi motivi nel 2020 non si è potuto tenere.

Il presidente onorario Alessandro Scarpa ha parlato degli strumenti tecnologici del Club. Allo scopo di essere sempre all’avanguardia in campo tecnico e tecnologico, sono state istituite due commissioni: una formata da Alessandro Scarpa, Alessandro Vinotti e Antonio Erario per seguire lo sviluppo hardware presso il Museo, atto a tenere video conferenze professionali, e una composta da Alessandro Vinotti, Antonio Erario e Maurizio Giraldi per lo sviluppo di una App per Smartphone e Tablet dedicata alla passione per la 500 storica da rendere accessibile al grande pubblico, soprattutto ai giovani.

Il vicepresidente Maurizio Giraldi ha relazionato sull’andamento del Forum sottolineando l’importanza, specialmente per i Fiduciari, di utilizzare gli strumenti web e social che il Club mette a disposizione e ai quali lavora con grande impegno. L'idea è quella di sfruttare il pubblico generato dalle migliaia di visite ai nostri profili per aumentare la visibilità delle attività di ogni Coordinamento.

Il presidente fondatore Domenico Romano, si è detto soddisfatto dell'andamento del Consiglio, molto costruttivo e partecipato. Ha letto una sua riflessione sulla propria età, esprimendo l'intenzione di tirare un po' il fiato. Il fondatore ha specificato che non è sua intenzione tirarsi da parte, ma in questo modo intende contribuire a far crescere ancora di più le molte e valide professionalità esistenti del nostro Club con un obiettivo di lungo periodo, contando su un maggiore coinvolgimento dei membri del Direttivo.

Per quanto riguarda il nuovo Museo, Domenico Romano ha informato di non aver ancora avuto risposte dagli interessati e non appena avrà notizie certe, riferirà al Consiglio.

Nell’ambito delle iniziative culturali è stato comunicato che verrà stampato per i tipi di 500 Club Italia Edizioni, l’attesa seconda edizione del libro di Enrico Bo “Tutti i colori della 500”.

Prima del termine della riunione, sono stati nominati i nuovi fiduciari John Van der Goot (Olanda), Silvia Lembo (Como), Luigi Ienna (Alcamo), Sebastiano Cannata (Siracusa Sud).

Pin It