di Francesco Mignano

L’amore per l’Elba e la passione per le auto d’epoca mi ha portato anche quest’anno con la mia 500 sull’isola maggiore dell’arcipelago toscano: occasione, come sempre, per girarne in modalità “slow drive” gli incantevoli e variegati angoli, dalle spiagge ai boschi per finire alle fortezze napoleoniche passando dai parchi minerari.


Ma anche opportunità di assistere all’appuntamento annuale con il Rally Elba Storico, tenutosi dal 23 al 25 settembre, tra le più importanti competizioni stradali dedicate alle automobili da rally d’epoca, e per incontrarmi con gli amici cinquecentisti dei Coordinamento Isola d’Elba capitanati dall’estroso fiduciario David Berti.
Quest’anno ho fatto ambo e terno, se non proprio tombola: unendo tutto ciò assieme.

L’occasione si è creata con la partecipazione anche all’edizione 2021 del rally della Fiat 500 elaborata Taormina Motori con Carmelo “Melo” Cappello al volante e Franco Lotano navigatore, due veri “gentleman drivers” appassionati di bicilindriche.

Melo e Franco hanno chiesto il supporto del Team 500% Elbano facente capo al Coordinamento locale del nostro Club per essere seguiti lungo le nove Prove Speciali della due giorni di rally, in particolar modo organizzando i punti di rifornimento benzina e di assistenza sul percorso.
Il fiduciario David Berti e i ragazzi del Team guidati da Maurizio Martorella hanno raccolto la sfida con l’entusiasmo che li contraddistingue e, ovviamente, mi hanno coinvolto.

L’estro e la creatività elbana, la stessa che rende unici i raduni CinquecentElba a cadenza biennale, han fatto sì che i punti assistenza per l’unica 500 in gara al rally non solo fossero efficaci dal lato tecnico-agonistico, ma che anche si siano rivelati una vera e propria performance artistica nell’ambito della competizione, distinguendo anche in questo la piccola indiavolata 500 da tutte le altre auto in gara.
Così, contando anche sul mio aiuto, David, Maurizio, Marcello, Giuseppe, Daniela, Sebastiano, Bruno, Enzo e gli altri ragazzi hanno allestito nei punti strategici tra le diverse Prove Speciali una vera e propria officina mobile stile anni 70.

Se le blasonate Porsche, BMW, Lancia, Audi, Alfa Romeo in gara potevano contare su attrezzati furgoni o costosi motorhome, la piccola 500 ha avuto a disposizione una piccola Giardiniera con le insegne ”Fiat Assistenza Corse”, tavolino e ombrellone vintage affinché i piloti si potessero rifocillare prima di riprendere la gara, meccanici in tute d’epoca, attrezzi anch’essi d’epoca e sei colorate 500 a far da corona.
L’effetto incanto è stato immediato e di successo: non solo turisti e isolani si fermavano a fotografare e fotografarsi davanti all’allegra scenografia, ma persino tanti piloti in gara ne sono rimasti rapiti: tanto che qualcuno di loro si è fermato per uno scatto ricordo e molti si sbracciavano per salutarci a ogni passaggio.
In più l’assistenza tecnica è stata efficace, contribuendo in piccolo al buon risultato anche in questa edizione per la 500 di Melo e Franco.
Addirittura una blasonata Lancia Fulvia HF trovandosi in difficoltà per un guasto si è fermata al punto assistenza 500 e contando sull’aiuto dei cinquecentisti elbani ha potuto riprendere la strada e terminate la competizione.

Altre soddisfazioni sono arrivate al Parco Chiuso di Capoliveri sabato 25 sera, a fine rally, in occasione delle premiazioni degli equipaggi vincenti nelle varie categorie: tra le auto giunte al traguardo e con le sette 500 schierate ai margini, abbiamo raccolto i complimenti di tanti piloti e rumors negli ambienti delle corse dicono che Melo e Franco abbiano raccolto l’ammirazione dei colleghi-avversari anche per aver potuto contare sulla postazione assistenza più bella e simpatica che si sia mai vista nei rally.
Di sicuro c’è che la 500 e i suoi meccanici si sono confermati beniamini del pubblico e dei tanti turisti che a settembre si godono lo splendido mare e l’incantevole natura dell’Elba.

In più seguire il rally con le 500 è stata piacevole occasione per girare l’isola in compagnia di amici cinquecentisti.
Statene certi: l’anno prossimo Melo e Franco torneranno a far rombare la piccola indiavolata 500 lungo le curve del Rally Elba Storico e noi replicheremo. È un’occasione per venire all’Elba con le vostre 500: vi aspettiamo!